arte ai bambini

L’ arte ai bambini fa bene.  Li educa alla bellezza e stimola la loro creatività. Affina il loro spirito di osservazione e il senso critico e  li aiuta a scuola.  Non solo: l’arte aiuta i bambini a sviluppare la parte destra del cervello dedicata alla creatività e alla fantasia, a migliorare la propria coordinazione e a sviluppare il senso dell’attesa. A confermarlo sono ormai molte ricerche del settore.

Ma come possiamo far amare l’arte ai bambini?

Trascorrere del tempo libero con penna e matita può risultare noioso per i bambini, soprattutto se lo fanno da soli e senza degli stimoli adeguati. Senza contare che oggi i bambini passano il loro tempo libero davanti a tablet e Tv, dedicando sempre meno tempo alle attività manuali e ai disegni. E allora, come fare per rendere l’arte più divertente e stimolante? Ecco alcuni consigli

  1. L’arte per giocare con gli amici

    Un buon modo per far amare l’arte ai bambini è quello di creare dei giochi di gruppo, magari invitando due o tre amichetti per trascorrere il pomeriggio.  Fare dei cartelloni insieme, colorando e utilizzando materiali diversi come colla, foglie e cordoncini, può essere un modo per passare del tempo insieme, divertendosi a realizzare un’opera di gruppo.

  2. I libri d’arte ai bambini come stimolo

    Usare dei libri da cui prendere spunto per ricopiare dei quadri o lasciarsi ispirare da un artista e riprodurne la tecnica. Fate scoprire ai bambini più tecniche, non solo i pennarelli o i colori a cera. Provate ad usare i colori a tempera o ad olio e pazienza se sporcheranno qualche maglietta o si impiastricceranno la faccia: li vedrete giocare felici e questo è l’importante. Ovviamente utilizzate colori atossici per non creare danni alla pelle e agli occhi.

    far amare l'arte ai bambini

  3. Spiegate l’arte ai bambini prima di andare alle mostre

    Le mostre possono essere dei momenti di crescita e di condivisione. Per renderle interessanti anche agli occhi dei bambini è sempre meglio prepararli con delle piccole nozioni sull’artista che andranno a vedere. Rimarrete sorpresi da quanto i bambini riescano ad imparare con l’esperienza e anche per loro sarà un momento di soddisfazione personale quando sapranno riconoscere quadri e tecniche, migliorando la loro autostima e alimentando la loro curiosità.

  4. Confrontatevi sull’arte con i bambini

    Per tutta la vita Paul Klee ha desiderato dipingere come un bambino. “I signori critici – scrive Klee – dicono spesso che i miei quadri assomigliano agli scarabocchi dei bambini. Potesse essere davvero così!”. Per Paul Klee, infatti, le opere dei bambini rappresentano la vera arte, senza preconcetti o influenze. Il bambino riesce a vedere nei quadri cose che un adulto non è in grado di captare. Lasciate, dunque, i vostri bambini liberi di esprimersi e confrontatevi con loro: potrete scoprire aspetti di un quadro o di un artista sempre nuovi e sorprendenti. Inoltre questo li aiuterà a sviluppare il loro senso critico e la capacità di osservare.

  5. Scegliete  quadri colorati e astratti

    far amare l'arte ai bambini con Van GoghI bambini amano i colori e le figure astratte. Per avvicinare i bambini al mondo dell’arte partite da pittori che usano molto i colori come Van Gogh o Paul Klee. Per loro sarà come guardare dei cartoni animati. Provate ad inventare delle storie con gli artisti come protagonisti per farli entrare in confidenza con il mondo dell’arte e divertitevi a riprodurre quadri come “La notte stellata” o i “Girasoli” di Van Gogh o il celebre “Gatto e uccello” di Paul Klee. Il divertimento è garantito!

 

Scoprite la nostra collana di libri d’arte per bambini e divertitevi con i vostri bambini a riprodurre i laboratori degli artisti!

Far amare l’arte ai bambini
Far amare l’arte ai bambini ultima modifica: 2017-09-03T18:39:45+00:00 da Serena Trusso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *